IndyCar, Indianapolis 500: Qualifications Day 1 – Primo Carpenter, Bourdais a muro

phpThumb_generated_thumbnailjpg

È stato Ed Carpenter il più veloce nella prima giornata di qualifiche della 500 Miglia di Indianapolis. La giornata è stata caratterizzata dalle difficili condizioni atmosferiche, che hanno portato prima il rinvio dell’inizio delle qualifiche di cinque ore, e poi a condizioni della pista mutevoli che hanno favorito chi scendeva nelle fasi finali. Carpenter, tra gli ultimi a scendere in pista, ha fatto segnare la miglior prestazione in 230.468 mph. Alle sue spalle Takuma Sato, che ha beneficiato di essere l’ultimo dei sei piloti dell’Andretti Autosport a qualificarsi, e potendosi avvalere delle informazioni arrivate dai suoi compagni di squadra ha girato ad una velocità media di 230.382 mph. Terzo Scott Dixon, che invece è stato capace di ottenere la sua migliore prestazione (230.333 mph) nella prima parte della sessione, quando il cielo era libero da nuvole e la temperatura più calda, rendendo la pista più scivolosa. A completare la Fast Nine Pole Shootout che domenica assegnerà la pole position saranno JR Hildebrand, Alexander Rossi, Will Power, Fernando Alonso, Tony Kanaan e Marco Andretti. Ottimo decimo posto per il rookie Ed Jones, beffando sostanzialmente all’ultimo secondo da Hildebrand per la lotta per la pole. Giornata disastrosa invece per il Team Penske, che ha piazzato il solo Power nei primi nove, mentre gli altri piloti hanno tutti chiuso nelle retrovie: Helio Castroneves quattoridcesimo, Josef Newgarden diciassettesimo, Juan Pablo Montoya diciottesimo e Simon Pagenaud ventesimo. Non è invece sceso in pista Zach Veach, la cui vettura non era ancora pronta dopo l’incidente di venerdì.

La giornata è stata però caratterizzata anche dallo spaventoso incidente di Sebastien Bourdais. Il pilota francese stava realizzando la migliore prestazione, e dopo due giri aveva una media di 231.534 mph, quando al terzo giro di qualifica ha perso il controllo della vettura alla curva 2 ed ha sbattuto violentemente e con un angolo sfortunatissimo, perpendicolare al muro. Il pilota non ha perso conoscenza, ma trasportato al Methodist Hospital gli sono state riscontrare numerose fratture al bacino ed all’anca. Il pilota francese dovrà subire ora delle operazioni e la sua stagione è con tutta probabilità conclusa. Il Dale Coyne Racing dovrà nominare un sostituto innanzitutto per la 500 Miglia di Indianapolis, che si presume possa essere uno tra Ryan Briscoe, Townsend Bell e Stefan Wilson.

Nella giornata di domenica, anch’essa a rischio pioggia, i piloti dalla decima all’ultima posizione ritorneranno in pista per stabilire la loro posizione definitiva in griglia, mentre i primi nove si giocheranno la pole position.

IndyCar, Indianapolis 500: Qualifications Day 1 – Primo Carpenter, Bourdais a muroultima modifica: 2017-05-21T10:29:19+00:00da straygor
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento