Indycar – Franchitti vince a Long Beach

Immagine4.JPG

Dario Franchitti domina il secondo appuntamento della Indycar Series sul circuito cittadino di Long Beach, California, e conquista il suo primo successo stagionale. Dopo il secondo tempo nelle qualifiche, il pilota scozzese riesce a piegare la resistenza di Will Power, partito dalla pole position e autore di una gara solida e costante con la terza vettura schierata da Penske e che avrà a disposizione ancora solo per Indianapolis. La svolta della gara è avvenuta quando Franchitti ha deciso di anticipare il primo pit stop, al diciassettesimo giro, per poi riuscire a sopravanzare l’australiano, leader nelle prime fasi, quando questi ha dovuto effettuare il rifornimento durante un periodo di caution.

Al via Power era riuscito ad andare via bene, mentre Franchitti si fa sorprendere dal sorprendente Matos, che dalla seconda fila passa al secondo posto. Power guida in tranquillità i primi 15 giri, poi improvvisamente rallenta all’uscita di una curva (probabilmente per un problema al cambio) e crea il caos alle sue spalle, con Dixon che scarta e colpisce EJ Viso, che finisce ko. I primi in classifica vanno al pit (Franchitti si era fermato un giro prima), e davanti si portano Kanaan, Briscoe, Doornbos, Hunter-Reay, Andretti e la Patrick, rimasti fuori. Pochi giri dopo il restart, caos all’ultima curva: una toccata tra Moraes e Wilson causa un mega ingorgo che coinvolge anche Mutoh e Manning. Solo Justin Wilson è costretto al ritiro (a causa della rottura della sospensione) , gli altri vengono doppiati. I primi effettuano il pit stop, restano fuori solo Andretti e Carpenter, che si portano davanti a tutti. Quando Andretti deve fermarsi ai box per la sua sosta, Franchitti prende la testa della corsa per non lasciarla sostanzialmente più.

Altro momento importante della gara al giro 52, quando Conway va a muro e provoca la quarta caution della giornata. Al momento del pit, Graham Rahal, in quel momento sesto, sbaglia, riparte troppo presto e resta bloccato con il bocchettone. Viene anche penalizzato e retrocede in fondo al gruppo. Franchitti continua in testa davanti a Power, Kanaan, Patrick e Wheldon, mentre al pit Scott Dixon e Briscoe riescono a scavalcare Castroneves. Al giro 72 Moraes finisce a muro. In regime di caution, dietro la pace car, Briscoe sbaglia e tampona Dixon. Dixon finisce in testacoda e perde un giro, mentre Briscoe deve fermarsi con il musetto danneggiato e verrà poi penalizzato. Al restart Franchitti riallunga e vince su Power, Kanaan, Danica Patrick (autrice di un’ottima gara dopo essere partita ventiduesima) e Wheldon che nel finale riesce a resistere agli attacchi di Andretti.

Dopo delle qualifiche disastrose, l’Andretti-Green Racing riesce così a raddrizzare il weekend grazie ad un’ottima tattica dei pit stop e portando così tre piloti nei primi sei posti. Helio Castroneves termina al settimo posto nel giorno del suo rientro, mentre il suo compagno di squadra Ryan Briscoe termina soltanto tredicesimo dopo un weekend totalmente diverso da quello di St.Petersbrug. Raphael Matos conclude un grande weekend portando a casa l’ottavo posto finale, primo arrivo nella top ten in carriera, così come Robert Doornbos che termina decimo. Prossimo appuntamento domenica prossima al Kansas Speedway per la prima prova stagionale su ovale.

Classifica finale:

Pos  Driver             Team                 Gap

 1.  Dario Franchitti   Ganassi

 2.  Will Power         Penske               + 3.3182s

 3.  Tony Kanaan        Andretti Green       + 4.0537s

 4.  Danica Patrick     Andretti Green       + 5.0742s

 5.  Dan Wheldon        Panther              + 6.5655s

 6.  Marco Andretti     Andretti Green       + 7.5900s

 7.  Helio Castroneves  Penske               + 8.6332s

 8.  Raphael Matos      Luczo Dragon         + 9.4835s

 9.  Robert Doornbos    Newman/Haas/Lanigan  + 9.9583s

10.  Alex Tagliani      Conquest             + 13.6185s

11.  Ryan Hunter-Reay   Vision               + 15.2097s

12.  Graham Rahal       Newman/Haas/Lanigan  + 15.8507s

13.  Ryan Briscoe       Penske               + 1m05.1013s

14.  Vitor Meira        Foyt                 + 1 lap

15.  Scott Dixon        Ganassi              + 1 lap

16.  Darren Manning     Dreyer & Reinbold    + 1 lap

17.  Stanton Barrett    3G                   + 1 lap

18.  Ed Carpenter       Vision               + 3 laps

 

Ritiri:

 

Driver             Team                 Laps

Mario Moraes       KV                   71

Hideki Mutoh       Andretti Green       60

Mike Conway        Dreyer & Reinbold    51

Justin Wilson      Dale Coyne           24

EJ Viso            HVM                  16

 

Indycar – Franchitti vince a Long Beachultima modifica: 2009-04-20T01:21:22+02:00da straygor
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento