ALMS & GrandAm – Le gare dello scorso weekend

Durante il weekend si è corso sia nella American Le Mans Series che in GrandAm. In ALMS sul tracciato canadese di Mosport, seconda vittoria consecutiva per David Brabham e Scott Sharp alla guida della Acura del Patron Highcroft Racing, consolidando così la leadership in campionato quando mancano due gare alla fine della stagione. Nella prima parte di gara si era portato in testa Gil de Ferran, incalzato dalla sorprendente Lola B06/10 AER dell’ Intersport Racing guidata da Jon Field. Un problema al cambio, che lo costringerà ad un rabbocco d’olio, ha rallentato però la corsa di De Ferran, mentre un problema all’anteriore ha fatto perdere numerosi giri a Field, lasciando così indisturbati in vetta Brahbam e Sharp. “Quando corri il tuo compito è quello di vincere e oggi ci siamo riusciti. I nostri rivali hanno avuto dei problemi oggi che, evidentemente, ci hanno aiutato“, ha detto Brabham. “Ma è stata una prestazione impeccabile al 100 per cento da parte di tutto il Patron Highcroft Racing, e questo è quello che serve per vincere i campionati.” In classe LMP2 vittoria di gara e titolo per Adrian Fernandez e Luis Diaz alla guida della Acura del Lowe’s Fernandez Racing, nonostante le Lola Mazda del Dyson Racing siano state le più veloci per tutto il weekend. Ma una (quella dell’equipaggio Dyson-Smith) è uscita di pista, mentre l’altra (quella di Franchitti-Leitzinger) ha rotto il motore. “Innanzitutto, devo ringraziare Lowe’s per averci dato l’opportunità di competere nella American Le Mans Series, così come i nostri partner Acura e Michelin“, ha detto Fernandez. “E’ stata una stagione fantastica. Devo ringraziare la squadra e il mio compagno di squadra, tutti hanno fatto un lavoro fantastico quest’anno. Siamo rimasti sempre concentrati su ciò che dovevamo fare e non abbiamo mai mollato. Anche oggi, in una gara così dura per noi, siamo sempre rimasti concentrati su quello che dovevamo fare.” In classe GT2 prima vittoria per la nuova Corvette di Jan Magnussen e Johnny o’Connell, che hanno preceduto la Ferrari del team Risi dell’equipaggio Kaffer-Melo e la vettura gemella di Beretta-Gavin, alla fine di una gara molto combattuta. Solo quinta la Porsche del Flying Lizard Motorsport dei leader del campionato Bergmeister-Long.

Sul circuito Gilles Villeneuve di Montreal Max Angelelli e la Dallara hanno conquistato la loro seconda vittoria stagionale nella Rolex Sports Car Series. La gara canadese, la terzultima della stagione, è stata caratterizzata dalla pioggia che ha movimentato molto la corsa. “E’ stato incredibile quello che abbiamo fatto oggi, semplicemente incredibile“, ha detto Angelelli. Con questa vittoria il SunTrust Racing si riporta in corsa per la vittoria nel campionato, a soli 5 punti di distacco da Alex Gurney e Jon Fogarty, che alla guida della loro Pontiac Riley del Gainsco/Bob Stallings Racing hanno terminato al terzo posto, e a pari merito con l’equipaggio di Ganassi, Pruett-Rojas, solo decimo all’arrivo. La protagonista della giornata è stata comunque la pioggia che è caduta ad intermittenza, confondendo le carte durante i pit stop e forzando piloti e team nella scelta delle gomme. Nell’ultima mezz’ora la pioggia ha terminato di cadere, e Brian Friselle, compagno di equipaggio di Angelelli, ha ceduto il volante all’italiano quando si trovava al terzo posto alle spalle della Porsche Riley del Penske Racing guidata da Romain Dumas e Timo Bernhard e dell’equipaggio Gurney-Fogarty. Quando questi sono tornati ai box per montare le slick, Angelelli è rimasto fuori con le gomme da bagnato, e quando è arrivato il suo momento di effettuare il pit, la pioggia è tornata a cadere permettendogli di rimanere in testa con un minuto circa di vantaggio. “Avevo chiesto alla radio che il tracciato era pronto per le gomme slick, ma loro hanno continuato a dirmi di stare fuori, stare fuori. Poi, quando ho visto che pioveva ancora una volta, non ho potuto fare a meno di sorridere pensando che tutti gli altri erano lì fuori con le slick“, ha detto Angelelli. “Voglio solo ringraziare il team per avermi dato una macchina semplicemente fantastica e una strategia assolutamente perfetta. E’ stato davvero grandioso. Siamo di nuovo in corsa per il campionato, e lotteremo fino all’ultima gara.” Dumas-Bernhard hanno terminato al secondo posto, davanti a Gurney-Fogarty. In classe GT vittoria della Pontiac del Stevenson Motorsports guidata da Andrew Davis e Robin Liddell, anch’essi giunti al traguardo con più di un minuto di vantaggio sui secondi, Andy Lally e Brendan Gaughan alla guida della Porsche del team TRG. “Questa è stata una delle gare più difficili che io abbia mai corso, soprattutto quando ci siamo trovati sotto la pioggia con le gomme slick,” ha detto Liddell. “Sembrava che fossimo sempre sul filo del rasoio. A un certo punto, mi sono girato e ho perso qualche posizione. Poi ho avuto una bella battaglia con Andy Lally. E’ stato un grande risultato. Siamo al settimo cielo per questo.”

ALMS & GrandAm – Le gare dello scorso weekendultima modifica: 2009-09-05T16:31:00+02:00da straygor
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento