IndyCar – Barber, prove libere: Power sempre davanti

Il primo giorno di lavoro per la IZOD IndyCar Series al Barber Motorsport Park si è aperto sempre all’insegna di Will Power. Il pilota australiano ha posto una seria candidatura ad un record: vincere le prime tra gare della stagione, risultato mai riuscito finora nella storia della IndyCar. Il pilota del Team Penske è stato il più veloce in entrambe le sessioni di prove libere del venerdì. Nella prima, il Team Penske ha realizzato una doppietta tutta australiana, con Power che ha preceduto Ryan Briscoe facendo segnare il miglior tempo in 1:11.7886 e precedendo il compagno di squadra di tre decimi. Sono entusiasta di tornare qui a Barber. Siamo andati molto forte nei test invernali, anche se il meteo e le condizioni della pista erano molto diverse da quelle che vedremo in questo weekend. La nostra vettura dovrebbe essere in buona forma. Abbiamo solo bisogno di effettuare un weekend senza errori. Il mio obiettivo è quello di fare del mio meglio e andare via con più punti possibile“, queste le dichiarazioni di Power prima delle prove. Al terzo posto si è piazzato Justin Wilson, mentre la top 5 è stata completata da Dario Franchitti e Marco Andretti. La sessione è stata interrotta due volte, prima per due testacoda contemporanei di Mario Romancini (Conquest Racing) ed Helio Castroneves, e poi per un fuori pista di EJ Viso ad un minuto dalla fine. La sessione ha segnato anche il debutto del campione della Formula Renault 3.5 Series Bertrand Baguette sulla seconda vettura del Conquest Racing. Il belga si è classificato al 23° posto, a 2.2 secondi da Power.Sono molto emozionato per la mia prima gara. Voglio ringraziare Eric (Bachelart) ed i ragazzi per aver lavorato così duramente in questi giorni per mettere insieme la vettura così velocemente. Sono molto contento della macchina e non vedo l’ora di correre questo fine settimana ed iniziare la stagione“, ha detto Baguette.

Power nel pomeriggio ha poi abbassato il tempo del mattino di circa sei decimi, girando in 1:11.1856. La nostra vettura è andata sicuramente meglio durante la seconda sessione“, ha detto Power. “Penso che il fatto che abbiamo girato abbia reso la pista migliore, perché nella prima sessione di prove siamo scesi subito dopo la GrandAm e la situazione non era proprio ideale. Questo è stato un buon inizio di weekend, ma sono consapevole che le qualifiche saranno molto importanti. Questa pista è molto fisica e dispendiosa. E’ davvero una pista molto bella perché richiede un sacco di impegno e di tecnicità. Gli angoli ciechi che portano ad alcune curve veloci richiederanno un grosso impegno se si vuole essere veloci. L’australiano ha preceduto di poco più di un decimo Tony Kanaan, che era stato nono nelle prime prove. Castroneves e Dixon sono risaliti rispetto al mattino, piazzandosi in terza e quarta posizione, mentre Andretti ha confermato il suo ottimo feeling con la pista dell’Alabama piazzandosi al quinto posto. La sorpresa della sessione è arrivata da Takuma Sato, sesto con la Dallara del KV Racing Technology. Il giapponese ha preceduto Briscoe, rallentato da un problema meccanico che gli ha fatto perdere parte della sessione. Hideki Mutoh (Newman Haas Lanigan), Mike Conway (Dreyer & Reinbold) e Franchitti hanno completato la top ten. Come nei test di gennaio, anche in questa prima giornata di prove è sembrata in difficoltà Danica Patrick, solo ventunesima e diciannovesima nella due sessioni odierne.

IndyCar – Barber, prove libere: Power sempre davantiultima modifica: 2010-04-10T01:04:23+02:00da straygor
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento