IndyCar – Indianapolis 500, Day 2: La scia porta Saavedra al top

 

sport, motori, IZOD IndyCar Series, 500 miglia di indianapolis, Saavedra, Hunter Reay, Servia, Alesi, Fisher, Clauson, Dixon

Continuano le sorprese nelle prove per la 500 Miglia di Indianapolis. Il più veloce nella seconda giornata di prove è stato infatti il colombiano Sebastian Saavedra con il tempo di 40.6272 seconds (356.435 kmh), ottenuto grazie alla scia del compagno di squadra Ryan Hunter-Reay. Il buon momento manifestato nel primo giorno di prove dal Sarah Fisher Hartman Racing è stato confermato anche in questa giornata, con i due rookie Bryan Clauson e Josef Newgarden piazzatisi rispettivamente al secondo e terzo posto. Il primo dei big è stato Scott Dixon, quarto davanti a Justin Wilson. “E’ stata una grande giornata“, ha detto Saavedra. “Un ottimo inizio per il mese di maggio. E’ così bello lavorare con i miei compagni di squadra Marco, Hinch, Hunter-Reay e Ana. Devo invitare loro per una cena, specialmente Hunter-Reay e Hinchcliffe che erano davanti a me quando ho realizzato il mio tempo. C’è ancora molta strada da fare, ma speriamo di poter continuare così per tutto il mese. Credo che oggi siamo un po’ più vicini alla comprensione della vettura. C’è ancora una lunga lista di cose da fare con la nuova vettura, ma penso che gli ultimi due giorni sono stati molto produttivi. Penso che se possiamo continuare in questo modo, entro la fine del mese saremo molto vicini a capirla totalmente.” Dopo due giorni di prove molti piloti sono rimasti impressionati dalla scia, che sembra dare un grande vantaggio, ancora maggiore rispetto a quello che dava con la vecchia vettura. “L’effetto della scia è sicuramente maggiore di quanto non fosse con la macchina dello scorso anno“, ha detto Hunter-Reay . “Speriamo che sia una buona cosa per i piloti per darci maggiori opportunità per i sorpassi. Ma, con il vuoto d’aria che si crea, viene diminuita l’aderenza nelle curve. Questo è ciò su cui stiamo lavorando ora con le nostre vetture, minimizzare la perdita di aderenza negli angoli. Abbiamo fatto alcuni cambiamenti abbastanza buoni, e abbiamo avuto una buona reazione nell’aria sporca. Sono ottimista. Per questo spero che possiamo disputare una buona Indy 500.” “10 auto di lunghezza oggi si sentono come due auto un anno fa“, ha dichiarato Oriol  Servia, che ha ottenuto il diciannovesimo tempo. Se si arriva vicino a un’altra macchina, anche molto lontano, vieni spinto avanti con una grande, grande spinta. Il problema è che l’anno scorso si doveva lottare per cavarsela perché il buco d’aria non era così grande. Sembra fantastico avere una scia così grande dietro a queste vetture, ma si perde così tanto carico aerodinamico sulla parte anteriore della vettura, più di prima. E’ qualcosa di cui dovremo stare attenti in gara.” Ancora niente da fare per Jean Alesi. Il pilota francese ha girato attorno alle 205 mph, e non ha ancora superato la terza fase del Rookie Orientation Program. Alesi è stato inoltre “bacchettato” dal sito Speed.com per la sua scarsa disponibilità con i media e i fans. 1138 giri sono stati completati ieri, con Wade Cunningham che ha completato il maggior numero di giri (58), e Tony Kanaan e Marco Andretti che hanno girato, oltre che con le loro vetture, anche con quelle di Rubens Barrichello e Ana Betriz rispettivamente.

Rank

Driver

L/Diff.

BL

TL

1

Sebastian Saavedra

40.6272

221.526

44

2

Bryan Clauson

0.0650

221.173

57

3

Josef Newgarden

0.0677

221.158

49

4

Scott Dixon

0.1284

220.829

31

5

Justin Wilson

0.1678

220.615

55

6

Ryan Hunter-Reay

0.2156

220.357

50

7

JR Hildebrand

0.3640

219.559

36

8

James Jakes

0.4696

218.995

40

9

James Hinchcliffe

0.4893

218.890

51

10

Charlie Kimball

0.5040

218.812

31

11

Ed Carpenter

0.5663

218.481

55

12

Tony Kanaan

0.5687

218.468

16

13

Takuma Sato

0.6542

218.016

56

14

Dario Franchitti

0.6585

217.993

17

15

Ryan Briscoe

0.6597

217.987

40

16

EJ Viso

0.6697

217.934

36

17

Will Power

0.7024

217.762

41

18

Marco Andretti

0.7130

217.706

27

19

Oriol Servia

0.7225

217.656

37

20

Graham Rahal

0.7425

217.551

46

21

Alex Tagliani

0.8253

217.116

21

22

Helio Castroneves

0.8550

216.961

26

23

Simon Pagenaud

0.8812

216.824

45

24

Wade Cunningham

0.9132

216.657

58

25

Mike Conway

1.0925

215.725

28

26

Rubens Barrichello

1.1211

215.578

39

27

Townsend Bell

1.2250

215.042

8

28

Ana Beatriz

1.2829

214.745

17

29

Marco Andretti (#25)

1.2829

214.745

12

30

Michel Jourdain

1.4058

214.117

13

31

Tony Kanaan (#8)

1.4951

213.664

5

32

Jean Alesi

3.2186

205.265

32

33

Simona De Silvestro

3.8878

202.179

19

IndyCar – Indianapolis 500, Day 2: La scia porta Saavedra al topultima modifica: 2012-05-14T11:24:00+02:00da straygor
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento