IndyCar – Indianapolis 500, Day 6: Dixon al vertice, Bourdais in pista

izod indycar series, 500 miglia di indianapolis, dixon, bourdais, wilson, power, honda, chevrolet, sport, motori

E’ stato Scott Dixon il più veloce nella sesta giornata di prove in vista della 500 Miglia di Indianapolis. Il pilota scozzese ha fatto segnare il tempo di 40.3428 (358,949 kmh), il secondo più veloce dell’intero mese. I motori Honda hanno occupato le prime tre posizioni alla fine della giornata, con Josef Newgarden al secondo posto e Graham Rahal al terzo, mentre al quarto posto si è piazzato il migliore dei motori Chevrolet, quello di Will Power, alla migliore prestazione personale finora. La top 5 è stata completata da Justin Wilson. “Queste velocità sono tutte dovute alle scie quindi in realtà non sono molto importanti. Noi stiamo solo lavorando sulla macchina per la corsa, e penso che abbiamo fatto grandi miglioramenti“, ha detto Dixon. “Oggi, il mio tempo è stato dovuto puramente ad un fatto di scia. Quando si lavora sulla configurazione gara, si cerca costantemente di correre nell’aria sporca e lavorare vicino agli altri piuttosto che andare a cercare un grande giro. Sono felice perché abbiamo reso la macchina molto più gradevole da guidare e soprattutto nel traffico va meglio. Domani e Sabato saranno storie completamenti differenti perché bisognerà andare fuori da soli, e questo sarà interessante.” La giornata positiva della Honda è stata confermata dal settimo, ottavo e nono tempo di Wade Cunningham, Dario Franchitti e Charlie Kimball, mentre la top 10 è stata completata da Ryan Briscoe (sesto) e JR Hildebrand (decimo). In pista sono scesi 29 piloti: sono rimasti ai box tre piloti dell’Andretti Autosport, Marco Andretti, Sebastian Saavedra e James Hinchcliffe, mentre Ryan Hunter-Reay ha effettuato solo due giri, e Simon Pagenaud. La sesta giornata di prove è stata l’ultima disputata con il turbo settato in modalità di gara. Per venerdì, il Fast Friday, e per le due giornate di qualifica, la IndyCar ha concesso ai team di aumentare la potenza dei loro motori, guadagnando così una cinquantina di cavalli. “Tutto quello che abbiamo imparato fino ad ora è stato girando ad una certa velocità, e ora ci troveremo ad andare circa 6 mph più veloce“, ha detto Wilson, che ha sperimentato un setup da qualifica per una parte della sessione “Ci dobbiamo chiedere se ci sarà bisogno di più carico aerodinamico. Abbiamo bisogno di più punti di riferimento prima di ottenere più potenza. La regola generale è che migliore la macchina è e più si può prendere da essa. Noi siamo generalmente soddisfatti con la vettura fino ad ora, ma c’è sempre spazio per migliorare.” Primi giri di pista per il Dragon Racing con i motori Chevrolet. In mattinata, prima dell’inizio della sessione ufficiale, Sebastien Bourdais e Katherine Legge si sono divisi la vettura n.6 per effettuare i loro rispettivi test.  La Legge ha completato in serata le prime due fasi del suo Rookie Orientation Program, e quindi adesso potrà scendere in pista insieme agli altri per completare la terza fase, mentre Bourdais ha completato il suo ‘refresher course’ e nel finale della sessione comune è potuto scendere in pista con la sua vettura, la n.7. “Sono felice di essere in pista, ma ora il problema è che abbiamo solo due giorni a disposizione“, ha detto Bourdais. “Dobbiamo andare avanti in modo abbastanza veloce. Non ci vuole molto a passare da una cattiva macchina ad una buona macchina, e viceversa. Si tratta di effettuare cambiamenti molto sottili. Abbiamo bisogno di vedere dove siamo con il bilanciamento aerodinamico. Non mi sentivo così bene questa mattina. Dobbiamo controllare dove siamo, esattamente quello che sta succedendo in pista. La vettura inizialmente ha avuto una grande spinta, ma poi è arrivato qualcosa che non vuoi che ti capiti (sovrasterzo). E’ la cosa più scivolosa che abbia mai guidato. Ma, che cosa ci aspettiamo? E’ una macchina nuova e la prima volta che noi giriamo su un ovale.”

Ranks

Driver

L/Diff.

mph

Laps

1

Scott Dixon

40.3428

223.088

88

2

Josef Newgarden

0.0687

222.709

40

3

Graham Rahal

0.1831

222.080

51

4

Will Power

0.2101

221.932

70

5

Justin Wilson

0.2499

221.715

48

6

Ryan Briscoe

0.2874

221.510

68

7

Wade Cunningham

0.2985

221.450

9

8

Dario Franchitti

0.3178

221.344

82

9

Charlie Kimball

0.3221

221.321

62

10

J.R. Hildebrand

0.3772

221.022

30

11

Mike Conway

0.3997

220.900

27

12

Alex Tagliani

0.4375

220.695

77

13

Oriol Servia

0.4471

220.643

64

14

Helio Castroneves

0.4554

220.598

62

15

Bryan Clauson

0.4756

220.489

46

16

Tony Kanaan

0.5353

220.167

48

17

Takuma Sato

0.5849

219.900

47

18

James Jakes

0.5986

219.826

42

19

Ana Beatriz

0.6400

219.604

14

20

Rubens Barrichello

0.6721

219.432

54

21

Michel Jourdain Jr.

0.7245

219.152

92

22

Ed Carpenter

0.7353

219.095

64

23

EJ Viso

0.8378

218.550

67

24

Townsend Bell

0.8418

218.528

30

25

Sebastien Bourdais

1.5733

214.715

59

26

Tony Kanaan (#5)

1.6306

214.422

4

27

Katherine Legge

1.9512

212.796

?

28

Jean Alesi

3.0330

207.489

67

29

Simona De Silvestro

3.4124

205.690

15

30

Ryan Hunter-Reay

21.1384

146.386

2

 

IndyCar – Indianapolis 500, Day 6: Dixon al vertice, Bourdais in pistaultima modifica: 2012-05-18T11:44:00+02:00da straygor
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento