IndyCar – La situazione del mercato in vista del 2013

sport, motori, izod indycar series, penske, briscoe, rahal, wilson, barrichello, honda, kv, kanaan, herta, viso, filippi

Con la fine della stagione, la lunga pausa invernale vedrà impegnate squadre e piloti in una campagna di mercato che si potrebbe rivelare interessante. Almeno un paio di sedili in alcuni top team e alcuni buoni piloti sono liberi, quindi c’è da aspettarsi diversi movimenti che potrebbero rivelarsi molto interessanti per la prossima stagione. Ecco qual è al momento la situazione dei vari team:

Andretti Autosport: con il rinnovo del contratto con il campione 2012 Ryan Hunter-Reay la situazione in squadra è abbastanza chiara. E’ possibile, e anche Michael Andretti l’ha confermato, un ampliamento delle partnership con l’AFS Racing (con Sebastian Saavedra alla guida) e il Conquest Racing (con Ana Beatriz), con cui disputare un numero maggiore di gare il prossimo anno.

Team Penske: confermati Will Power ed Helio Castroneves, rimane disponibile il sedile della vettura n.2. Molto difficile al momento sembra la riconferma di Ryan Briscoe, l’unico nome circolato al momento è quello di AJ Allmendinger, ex pilota Penske in NASCAR prima che venisse sospeso per un problema all’anti-doping. La scelta dell’ex pilota ChampCar sembrerebbe un azzardo eccessivo, essendo da tanti anni lontano dalle corse su monoposto, ma al momento trattative ufficiali con altri piloti non sono uscite fuori. L’unico altro nome emerso dai rumors è quello di Justin Wilson, pilota esperto, gran specialista di stradali e cittadini ma molto migliorato pure sugli ovali.

Team Ganassi: confermati Dario Franchitti, Scott Dixon e Charlie Kimball, si lavora per trovare sponsor e pilota per la quarta vittoria. Il favorito sembrerebbe Briscoe, che con il team esordì nella IRL-IndyCar, ma l’appoggio (e i soldi) della Honda potrebbero far rimontare Takuma Sato, reduce da una stagione tutto sommato positiva, o Rubens Barrichello.

Schmidt Motorsports: è uno dei team che stanno valutando l’espansione da una a due vetture. Confermatissimo Simon Pagenaud, che se non fosse stato blindato con il team da un contratto triennale sarebbe finito da Penske, mentre quello che sembrava un accordo prossimo ad andare in posto con Barrichello poche settimane fa a Baltimore ha recentemente subito un rallentamento in quanto la sponsorizzazione necessaria per realizzarlo non si è ancora completamente materializzata. Una possibilità potrebbe essere data al campione 2012 della Indy Lights Tristan Vautier, molto stimato da Sam Schmidt.

Team Rahal: un’altra squadra che guarda all’espansione da una a due vetture. Con ogni probabilità uno dei due sedili sarà per Graham Rahal, che tornerebbe con il team del padre dopo l’esperienza ad Indy nel 2010, mentre Sato sembra destinato ad altri lidi. Anche qui si fa il nome di Briscoe.

Herta Motorsports: anche in questo caso c’è l’aspirazione a passare da una a due vetture. Accanto ad Alex Tagliani, che non dovrebbe avere problemi ad essere confermato, la novità dell’ultima ora sembrerebbe portare ad una possibile partnership con EJ Viso, che è alla ricerca di un partner per formare un proprio team. Anche qui una possibilità potrebbe comunque essere rappresentata da Sato.

KV Racing: è forse la squadra con più punti interrogativi. La separazione con piloti ricchi di sponsor come Viso e Barrichello pone diverse problematiche al team di Jimmy Vasser, che al momento è sicuro di schierare solo la vettura di Tony Kanaan. Trattativa avanzate sono in corso per una partnership con l’Ed Carpenter Racing e l’HVM Racing, situazione particolarmente gradita a Kanaan che ha chiesto un compagno di squadra più esperto e veloce per aiutarlo a migliorare soprattutto in qualifica, cosa che Carpenter sugli ovali potrebbe sicuramente fare.

DRR/Panther Racing: la squadra ha sotto contratto JR Hildebrand per il 2013 ed è pronta a confermare anche Oriol Servia.

Dale Coyne Racing: il team sta lavorando per la conferma di Wilson, che se non dovesse essere chiamato a più alti incarichi non dovrebbe avere problemi a rimanere. Per quanto riguarda James Jakes, tutto dipenderà dalla sponsorizzazione.

Foyt Racing: la recente decisione di Mike Conway di abbandonare gli ovali apre diversi scenari. Non è da escludere che il pilota inglese possa dividersi la macchina con Wade Cunningham, specialista degli ovali e già con la squadra quest’anno a Indianapolis e Fontana. L’unico altro nome emerso è quello di Alex Lloyd, mentre più improbabile sembra la candidatura di Sato.

Fisher Hartman Racing: non ci dovrebbero essere grossi cambiamenti rispetto a quest’anno, con Josef Newgarden legato alla squadra da un contratto pluriennale.

Ed Carpenter Racing: il possibile accordo con il KV Racing coronerebbe il desiderio di Carpenter di avere un compagno di squadra, che potrebbe aiutarlo su stradali e cittadini dove il pilota americano non è particolarmente brillante.

Dragon Racing: la squadra ha sotto contratto Katherine Legge, e Jay Penske sta lavorando sull’opzione per confermare Sebastien Bourdais anche nel 2013.

HVM Racing: dopo un 2012 disastroso con i motori Lotus il primo obiettivo del team è trovare un accordo con Honda o Chevrolet. Molto interessante la possibile partnership con il KV Racing. non ci dovrebbero essere dubbi sulla conferma di Simona de Silvestro.

New Entry: sicuramente il Michael Shank Racing potrebbe essere della partita nel 2013, dopo non aver avuto la possibilità di essere al via quest’anno ad Indianapolis per l’impossibilità di reperire un motore. Diversi nuovi piloti stanno cercando di arrivare nella serie il prossimo anno (uno di questi potrebbe essere Luca Filippi), e si parla di almeno una nuova squadra con la possibilità di aggiungere un programma IndyCar ai suoi attuali sforzi nell’endurance (probabilmente il Conquest Racing, che ha già esperienza nella serie e potrebbe ampliare l’accordo con Andretti per far correre la Beatriz), in seguito anche alla recente fusione tra GrandAm e ALMS che sicuramente porterà ad uno sconvolgimento nel mondo delle corse di durata. Dopo il fallimento dell’accordo con Jean Alesi per la 500 Miglia di Indianapolis 2012, al team Newman Haas avevano dichiarato l’intenzione di tornare nella serie nel 2013.

IndyCar – La situazione del mercato in vista del 2013ultima modifica: 2012-09-27T12:20:28+02:00da straygor
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento