IndyCar – Le parole degli sfidanti alla vigilia dell’ultima gara

car_indycar_toronto_20130714_27689611.jpg

Si corre sabato notte sull’ovale di Fontana, California, l’ultima gara stagionale della IZOD IndyCar Series. La corsa al titolo è aperta a due piloti, Scott Dixon ed Helio Castroneves. Il neozelandese ha attualmente un vantaggio di 25 punti sul brasiliano, che gli permette una gestione abbastanza tranquilla della situazione: anche se Castroneves dovesse vincere e guadagnare tutti i 4 punti di bonus possibili, a Dixon basta arrivare quinto per vincere il titolo; se il brasiliano dovesse arrivare semplicemente secondo, al neozelandese basterebbe un 15° posto (10° considerando tutti i 4 punti di bonus). Comunque, Castroneves deve arrivare sul podio, o al massimo quarto con tutti i punti di bonus e Dixon ultimo. Va comunque ricordato che la situazione non sembra poi tanto diversa da quella dello scorso anno, quando Ryan Hunter-Reay si presentò all’ultima gara con uno svantaggio di 17 punti su Will Power. Poi l’australiano finì a muro, Hunter-Reay chiuse quarto e vinse il titolo. Va inoltre sottolineato che entrambi cambieranno il motore per la gara di sabato, incorrendo così nella penalità di 10 posizioni in griglia. 

Ovviamente tutti e due i contendenti sono carichi in vista dell’ultima gara stagionale. Per Dixon si tratterebbe del terzo titolo in carriera, dopo quelli conquistati nel 2003 e nel 2008, entrambi proprio contro Castroneves. “Ci troviamo in una buona situazione e faremo tutto il possibile per portare a casa il titolo, ma ovviamente con la concorrenza di Penske ed Helio, una squadra ed un pilota molto abili, non sarà facile“, ha dichiarato Dixon alla vigilia. “Come tipico di molti campionati IndyCar, penso che si deciderà tutto all’ultimo giro, all’ultima curva. Per noi, speriamo solo che sia una buona conclusione. Non sarà facile, ma faremo di tutto per combattere fino alla fine. Ci presenteremo per cercare di ottenere una vittoria.” 

Per Castroneves si tratterebbe invece del primo titolo in carriera. Il brasiliano se ne è visti sfuggire diversi, come ad esempio i due citati contro Dixon nel 2003 e nel 2008, o quello perso nel 2007 in una volata a quattro con Sam Hornish, poi campione, Dan Wheldon e lo stesso Dixon, e i primi tre in classifica separati da 3 punti. “A questo punto sento di non avere nulla da perdere quindi non c’è alcuna pressione, ad essere onesti“, ha dichiarato Castroneves alla vigilia. “Cercheremo di ottenere il nostro miglior risultato e replicare quello che abbiamo fatto in Texas e speriamo di avere successo. Una 500 miglia è una gara lunga, tre ore di gara. Tutto può succedere. I test qui sono andati molto bene, eravamo davvero super veloci, ed io sono estremamente soddisfatto della prestazione della vettura. Speriamo solo di continuare su questa strada.”

IndyCar – Le parole degli sfidanti alla vigilia dell’ultima garaultima modifica: 2013-10-17T14:26:00+02:00da straygor
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento