IndyCar – Aggiornamenti di mercato

Indianapolis-500-qualifying-Rahal

Mancano una ventina di giorni all’inizio della stagione IndyCar, e restano ancora un paio di nodi da sciogliere per quello che riguarda il parco parenti. Tra i volanti ancora liberi, quello del Panther Racing. Si è saputo in questi giorni che il team al momento non usufruirà del milione di dollari garantitogli dal Leaders Circle. Il team infatti non è ancora di certo di poter essere la via di tutte le gare della stagione, e questo comporterebbe una penalizzazione nel caso si fosse usufruiti del premio del Leaders Circle. “Non possiamo assicurare di essere al via di tutte le gare, e se non si riesce a farlo si corre il rischio di subire grosse sanzioni“, ha detto il co-proprietario della squadra John Barnes. Va anche sottolineato che il Panther Racing è in causa con la IndyCar e il Rahal Letterman Lanigan Racing per quanto riguarda la sponsorizzazione della National Guard, di cui sostiene di avere i diritti anche per il 2014. Barnes ha comunque confermato di essere a lavoro per definire il suo programma e di avere tutto a posto, a parte la sponsorizzazione. “Al momento stiamo parlando con tre differenti piloti“, ha dichiarato Barnes. “So che c’è sempre meno tempo, ma non abbiamo ancora preso una decisione. Speriamo che la prossima settimana ne sapremo di più. Vogliamo continuare nelle corse IndyCar, è una grande piattaforma ed è qualcosa che ho contribuito a costruire. Stiamo lavorando duramente per essere al via della prima gara, a St. Petersburg, questo è tutto quello che posso dire. Stiamo facendo tutto il possibile per capire quale sarà il nostro futuro.”

Tra i piloti che stanno lavorando per definire un programma par time ci sarebbero due canadesi: Alex Tagliani e Paul Tracy. Tagliani quest’anno correrà a tempo pieno nella NASCAR Canadian Tire Series, ma a questo programma vorrebbe aggiungere anche alcune gare della IndyCar non concomitanti nel calendario. In questi giorni si è parlato della possibilità di correre la 500 Miglia di Indianapolis, le due gare di Toronto e quella di Sonoma. Il team prescelto sembrava il Rahal Letterman Lanigan Racing, ma dopo che questi ha scelto Oriol Servia la trattativa sembra essersi sposata sul KVSH Racing, alla ricerca di un terzo pilota per almeno la 500 Miglia di Indianapolis. “Le probabilità per me correre ad Indianapolis sono eccellenti“, ha dichiarato in questi giorni Tagliani. “Ho avuto contatti con diverse squadre, ma uno in particolare è stato molto interessante. Ho anche visitato la loro sede e sono rimasto molto colpito.” Per quanto riguarda Tracy, anche lui sarebbe alla ricerca di un team che gli garantisca di correre le due gare di Indianapolis e quelle di Toronto.

Un altro pilota che sta lavorando per essere al via almeno della prossima 500 Miglia di Indianapolis è Conor Daly, al via lo scorso anno con la seconda vettura dell’AJ Foyt Racing. “Il mio obiettivo di entrare in IndyCar, sono sempre a caccia“, ha dichiarato Daly. “Tutte le squadre IndyCar hanno bisogno di soldi. Ho perso tutte le opportunità che erano già coperte, così devo portare anche io degli sponsor. C’è di buono IndyCar che tutte le squadre sono costantemente alla ricerca di sponsorizzazioni per conto proprio, ma è difficile per chiunque. Comunque sono sicuro che potrò fare qualcosa almeno per la 500 Miglia di Indianapolis.”

IndyCar – Aggiornamenti di mercatoultima modifica: 2014-03-12T13:17:38+01:00da straygor
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento