IndyCar – Aggiornamenti in vista della 500 Miglia di Indianapolis

Indy-sm

Quando manca poco più di un mese all’edizione numero 98 della 500 Miglia di Indianapolis, il parco partenti si avvia ad essere completato. Al momento, oltre alla 23 vetture presenti a Long Beach, altre 7 sono state ufficializzate: la terza del KV Racing per Townsend Bell, quella di Buddy Lazier, la seconda del Sarah Fisher Hartman Racing per Alex Tagliani, la quinta dell’Andretti Autosport per Kurt Busch, la terza dello Schmidt Peterson Motorsports per Jacques Villeneuve, la seconda dell’A.J. Foyt Racing per Martin Plowman, la seconda dell’Ed Carpenter Racing per JR Hildebrand. Con tre ulteriori conferme per arrivare al fatidico numero di 33, e con diversi rumors che si rincorrono, non è da escludere che quest’anno potremmo tornare a vedere almeno un paio di bumping. Al riguardo, va sottolineato come la IndyCar ha annunciato una piccola modifica al nuovo formato delle qualifiche: se una vettura non riesce a completare un tentativo al sabato per motivi tecnici o per un incidente, avrà la possibilità di tentare la qualificazione alla domenica, anche se solo per l’ultima fila. In pratica, si potrebbe verificare il caso che solo i primi 30 saranno sicuri di essere al via della gara al sabato sera. Per quanto riguarda le ulteriori inscrizioni, ancora non ufficiale, ma confermata in via confidenziale, la presenza del campione Indy Lights 2013 Sage Karam su una quinta vettura del Ganassi Racing. “Speriamo di sistemare tutto per questa settimana. Sembra che siamo a buon punto“, ha dichiarato Steve Lauletta, presidente del team. Un altro accordo che sembra sul punto di essere annunciato è quello che riguarda il Dreyer&Reinbold Racing. La squadra tornerà alla 500 Miglia di Indianapolis, dopo aver chiuso le operazioni full time proprio dopo l’edizione dello scorso anno, con Davey Hamilton come nuovo partner. Dennis Reinbold ed Hamilton stanno lavorando insieme per assemblare un programma, e ciascuno di loro possiede una vettura: Reinbold quella schierata fino allo scorso anno, mentre Hamilton ha recentemente acquistato una di quelle vendute dal Panther Racing, ed entrambe sono dotate di un motore Chevrolet. Quindi la squadra potrebbe anche schierare due vetture, anche se al momento si lavora per una. James Jakes, Conor Daly e James Davison sembrerebbero i piloti che si stanno giocando il volante. Va sottolineato come Hamilton resti comunque co-proprietario della vetture n.77 dello Schmidt Peterson Motorsports guidata da Simon Pagenaud. Un altro pilota che dovrebbe essere al via della 500 Miglia di Indianapolis è Stefan Wilson, fratello di Justin. Il pilota inglese sarebbe sul punto di finalizzare un accordo che preveda la disputa di un pacchetto di gare ulteriori oltre la Indy 500, anche se la squadra non è stata ancora annunciata. Il Dale Coyne Racing  non ha ancora annunciato chi salirà sulla sua seconda vettura, ma sembra improbabile che sia l’attuale pilota, Carlos Huertas, visto che non parteciperà ai test in programma in questi giorni sul Texas Motor Speedway e che serviranno anche come rookie test per gli ovali. È probabile che su questa vettura possa salire Pippa Mann. Va ricordato che la squadra lo scorso anno schierò tre vetture, e non è escluso che possa farlo anche quest’anno. Difficilmente invece il Bryan Herta Autosport schiererà una seconda vettura.

IndyCar – Aggiornamenti in vista della 500 Miglia di Indianapolisultima modifica: 2014-04-17T11:23:31+02:00da straygor
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento