IndyCar – Toronto: In un weekend piovoso emergono Bourdais e Conway

untitled3

È stato un weekend travagliato a causa della pioggia quello in programma a Toronto per la Verizon IndyCar Series. Gara 1, in programma al sabato, è stata annullata a causa della violenta pioggia abbattutasi sul tracciato canadese e rinviata alla domenica, che ha così presentato due gare di 65 giri ciascuna. La pioggia si è poi ripresentata anche durante gara 2.

Gara 1: Partito alla pole position, ottenuta nelle qualifiche del sabato, Sebastian Bourdais è rimasto in testa per 58 dei 65 in programma ed ha ottenuto la prima vittoria da quando è rientrato in IndyCar e la prima in assoluto dal 2007 (in Champ Car a Mexico City). La sua vittoria è stata anche la prima per il KVSH Racing dal successo di Tony Kanaan alla 500 Miglia di Indianapolis del 2013. Il brasiliano, ora al Target Chip Ganassi Racing, ha chiuso al terzo posto alle spalle di Helio Castroneves. Quarto posto per Simon Pagenaud, che nel corso del primo giro era stato toccato e mandato in testacoda da Luca Filippi. Ripartito ultimo, il francese è risucito a risalire sino ai piedi del podio. Ryan Hunter-Reay ha invece pagato un contatto con Kanaan al giro 39 ed ha chiuso al 21° posto. La gara di Filippi è durata appena 17 giri, prima che il pilota italiano finisse a muro danneggiando la sua vettura, mentre a parte quella per Pagenaud, l’unica altra caution della prima gara è stata provocata da un testacoda di Carlos Huertas al giro 17.

Gara 2: Partenza da fermo e griglia basata sulla classifica del campionato per la seconda gara in programma. Il primo momento importante di gara 2 è arrivato al giro 12, quando Juan Pablo Montoya è finite contro le gomme mentre cominciava a piovere e la vettura di Mikhail Aleshin gli si è infilata sotto. Qualche attimo di apprensione ma nessun danno per il pilota russo. L’altro momento decisive è arrivato al giro 43, quando con la pista che andava asciugandosi Mike Conway è il primo a rientrare al pit per montare nuovamente le gomme slick. La mossa dell’ Ed Carpenter Racing è quella giusta, e il pilota inglese si è così ritrovato terzo al momento del restart al giro 47 alle spalle di Justin Wilson e Josef Newgarden, rimasti fuori con le gomme da bagnato. Conway li ha facilmente superati andando a conquistare il secondo successo stagionale, superando anche una interruzione con la bandiera rossa a meno di cinque minuti dalla fine (i commissari avevano deciso di portare la gara dai 65 giri ad una gara a tempo) causata da un maxi incidente provocato da un contatto tra Huertas e Ryan Briscoe. Podio per Kanaan e Will Power, mentre solo 12o ha chiuso Castroneves. Nella classifica del campionato il brasiliano ha leggermente incrementato la sua leadership a quota 533 punti, davanti a Power (-13), Hunter-Reay (-70), Pagenaud (-71) e Montoya (-92).

Indy Lights: Doppietta per il Belardi Auto Racing, con Alex Baron che dominato la gara davanti al suo compagno di squadra Gabby Chaves. Il pilota colombiano resta in testa alla classifica del campionato a quota 356 punti, 21 in più di Zach Veach (Andretti Autosport), quinto a Toronto, e 48 in più di Jack Harvey (Schmidt Peterson Motorsports), terzo in Canada.

IndyCar – Toronto: In un weekend piovoso emergono Bourdais e Conwayultima modifica: 2014-07-22T11:54:13+02:00da straygor
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento