IndyCar – Prospettive per il mercato 2015

untitled

Manca un mese e quattro gare al termine della stagione IndyCar e già si inizia a guardare al mercato per la prossima stagione. Con quasi tutti i posti dei 3 top team, Team Penske, Ganassi Racing ed Andretti Autosport, occupati, il nodo focale sembra essere l’incrocio che coinvolge Simon Pagenaud e James Hinchcliffe. Il pilota dello Schmidt Peterson Motorsports è in scadenza di contratto e sarà il free agent più ambito della prossima stagione. Secondo molti rumors, il francese sembra destinato all’Andretti Autosport, anche grazie alla sua lunga relazione con Honda Performance Development, per prendere il posto lasciato libero proprio da Hinchcliffe. Il pilota canadese è infatti anch’egli in scadenza di contratto, e nei giorni scorsi Michael Andretti lo ha lasciato libero di discutere con altre squadre per la prossima stagione. La sua migliore opzione al momento sembrerebbe proprio il sedile lasciato libero allo Schmidt Peterson Motorsports da Pagenaud. Molto improbabile per entrambi un approdo al team di Chip Ganassi, che per il 2015 ha tutti e quattro i posti occupati, così come sembra molto difficile che Andretti possa schierare cinque vetture. In realtà c’è una remota possibilità di una quinta vettura dell’Andretti Autosport, ma solo per promuovere uno dei suoi attuali piloti Indy Lights, Zach Veach e Matthew Brabham, e comunque in associazione con un’altra squadra che garantisca il budget necessario. Non rinnovando Hinchcliffe, l’Andretti Autosport sarebbe l’unico dei 3 top team ad avere un posto libero per la prossima stagione, e secondo molti addetti ai lavoro l’accordo tra Pagenaud e Andretti sarebbe cosa fatta. L’opzione 2 per il francese sarebbe rifirmare per un altro anno con lo Schmidt Peterson Motorsports e poi esplorare il mercato nel 2016, quando scadrebbero i contratti di Juan Pablo Montoya al Team Penske e di Tony Kanaan e di Ryan Briscoe al Ganassi Racing.

Per quanto riguarda la sua attuale squadra, lo Schmidt Peterson Motorsports sta al momento lavorando con Mikhail Aleshin per rinnovare l’accordo anche nel 2015. Se non dovesse rimanere Pagenaud, la vettura n.77 al momento sembrerebbe destinata ad uno tra  Hinchcliffe e Justin Wilson, altro pilota nelle grazie della Honda. Il pilota inglese, se non dovesse finire da Schmidt, sarebbe intenzionato a restare per una quinta stagione al Dale Coyne Racing. Il KVSH Racing sarebbe intenzionato a schierare una terza vettura, da affiancare ai confermati Sebastien Bourdais, che ha un contratto anche per il 2015, e Sebastian Saavedra, che è forte dell’appoggio di Gary Peterson, co-proprietario dell’AFS Racing che co-gestisce la sua vettura. Va ricordato che il KVSH Racing ha già annunciato che schiererà insieme al Byrd Racing una vettura alla 500 Miglia di Indianapolis per Bryan Clauson. Quasi sicure le conferme di Josef Newgarden al Sarah Fisher Hartman e di Jack Hawksworth al Bryan Herta Autosport, uno dei sedili da occupare sarà il secondo al Dale Coyne Racing. Molto dipenderà dal budget che Carlos Huertas sarà capace di garantire. A.J. Foyt Racing e Takuma Sato stanno parlando per continuare il loro rapporto anche nel 2015, ma se l’accordo non verrà trovato il posto potrebbe essere preso da uno tra Hinchcliffe, Wilson, Oriol Servia o il nostro Luca Filippi. Il pilota italiano sarebbe ovviamente uno dei favoriti nel caso il Rahal Letterman Lanigan Racing tornasse a schierare una seconda vettura. Infine, in dirittura d’arrivo la conferma dell’alternanza Ed Carpenter/Mike Conway all’Ed Carpenter Racing, mentre il Dreyer&Reinbold Racing sta sempre lavorando per tornare nella categoria a tempo pieno.

IndyCar – Prospettive per il mercato 2015ultima modifica: 2014-07-31T14:25:35+02:00da straygor
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento