2015 IndyCar Mock Draft

article-2638866-1E332DE500000578-279_634x397

Sono tanti i giovani (e qualcuno anche meno giovane) talenti che aspirano ad un posto in IndyCar nella stagione 2015. Ecco quali sono in ordine di possibilità, in stile draft NBA:

  1. Sage Karam, USA, 19 anni: è sicuramente il pilota che l’anno prossimo deve esserci in IndyCar. Nel 2013 ha vinto il titolo Indy Lights al primo anno, quest’anno si sta ben comportando nello United SportsCar Championship, ha esordito alla 500 Miglia di Indianapolis con un team come il Dreyer&Reinbold Racing che non correva da un anno ed ha chiuso al nono posto. È il maggiore prospetto americano, ed è entrato nell’orbita di Ganassi, che perà per il 2015 ha tutti i posti occupati quindi dovrebbe dirottarlo verso un’altra squadra, magari proprioil Dreyer&Reinbold Racing che sta lavorando per tornare nella categoria a tempo pieno. Ma comunque un pilota di questo talento deve avere un posto fisso in IndyCar;
  2. Gabby Chaves, Colombia, 21 anni: il colombiano era sbarcato negli USA nel 2012 abbastanza in sordina, invece si sta rivelando un pilota molto attento ed intelligente, e si sta giocando il titolo Indy Lights nonostante non corra per uno dei due top team della categoria. La vittoria del titolo cadetto solitamente non significa automaticamente avere successo nella categoria superior, ma Chaves è un pilota di talent che potrebbe fare la sua bella figura in IndyCar sin dall’inizio;
  3. Luca Filippi, Italia, 29 anni: per l’età non sarebbe un prospetto, ma per l’Indycar è un pilota nuovo. Tra il 2013 e il 2014 ha mostrato subito una grande velocità, come dimostrano il quarto tempo in qualifica a Houston e il settimo a Toronto quest’anno, ma dall’altra parte ha sbattuto in praticamente tutte le gare disputate finora. Serve che si dia una regolata. Per il prossimo anno ha comune possibilità da Rahal e Foyt.
  4. Zach Veach, USA, 19 anni: si sta giocando il titolo Indy Lights con Chaves, dopo che lo scorso anno aveva pagato lo scotto di un esordio forse troppo precoce. Comunque vada, l’Andretti Autosport vorrebbe continuare il rapporto con lui nella prossima stagione e non è da escludere che, trovato il budget giusto, non possa salire di categoria, magari solo per un paio di gare;
  5. Jolyon Palmer, Gran Bretagna, 23 anni: sta dominando il campionato di GP2 dopo una crescita costante negli ultimo tre anni. Non essendo collegato al momento con alcun team di Formula 1, non è da escludere che possa continuare la tradizione di buoni piloti europei che fanno il salto dalla GP2 alla IndyCar. Al momento non ci sono voci al riguardo, ma non è una opzione da scartare;
  6. Sam Bird, Gran Bretagna, 27 anni: non più giovanissimo neanche lui come Filippi, i paragoni con il pilota italiano continuano se si considera che dopo il titolo di vice-campione GP2 nel 2013 è rimasto sostanzialmente a piedi. Al contrario del connazionale Palmer, per lui si era già parlato di un possibile approdo in IndyCar lo scorso anno, ma la questione del budget resta fondamentale. Potrebbe però cercare di ritagliarsi un piccolo spazio come sta facendo Filippi;
  7. Conor Daly, USA, 22 anni: nonostante la giovane età ha una discrete esperienza, avendo tra l’altro già esordito lo scorso anno alla 500 Miglia di Indianapolis con l’A.J. Foyt Racing. Negli ultimo quattro anni ha corso in Europa, in realtà senza risultati brillantissimi, ma d’altro canto è un pilota molto popolare e spendibile dal punto di vista della promozione, che è una cosa che non guasta mai;
  8. Mathew Brabham, USA, 21 anni: dopo aver stradominato lo Star Mazda Championship nel 2013 (13 vittorie su 16 gare), il passaggio in Indy Lights è stato forse più traumatico del previsto. Ma il figlio e nipote d’arte ha il talento per diventare un ottimo pilota, e probabilmente con un ulteriore anno di esperienza in Indy Lights sarà pronto all’approdo in IndyCar nel 2016;
  9. Spencer Pigot, USA, 21 anni: anche in questo caso stiamo parlando di un prospetto a lungo termine, che non dovrebbe approdare in IndyCar prima di un paio di stagioni, visto tra l’altro che corre ancora nello Star Mazda Championship. Però è un pilota di grande talento, di cui si parla già da diversi anni, e la cui carriera è perciò da tenere d’occhio;
  10. Jack Harvey, Gran Bretagna, 21 anni: arrivato con discrete aspettative, la prima stagione in Indy Lights non sta andando esattamente come sperato per il campione della Formula 3 Inglese nel 2012. Un’altra stagione nella categoria cadetta potrà dire di più su un pilota su cui si erano concentrate molte attese;
  11. Jaime Alguersuari, Spagna, 24 anni: molto giovane ma con una buona esperienza alle spalle in Formula 1, di lui si era parlato tempo fa per un test che poi non is è materializzato. Gli USA hanno speso rivitalizzato carriere rovinate da una Formula 1 poco adatta a sviluppare per davvero il talent di un pilota, quindi potrebbe essere una buona scelta per Alguersuari che però al momento sembra un pò essere uscito dal giro;
  12. Luiz Razia, Brasile, 25 anni: altro approdo eccellente nella Indy Lights di quest’anno, ed altra parziale delusione. Doveva essere un anno di esperienza in vista del salto di categoria nel 2015, ma finora non ha dimostrato di valere tanto un posto in IndyCar;
  13. Connor De Phillippi, USA, 21 anni: dopo una discreta carriera nelle formule minori, è diventato un pilota Porsche Motorsport, correndo in varie gare endurance e nella Porsche Carrera Cup tedesca. Una esperienza diversa per un giovane pilota Americano, che però potrebbe risultare interessante se dovesse tornare nel giro della IndyCar, cosa in cui lui spera ancora;
  14. Jake Eidson, USA, 19 anni: è ancora alla base del percorso di crescita nelle categorie minori (si sta giocando il titolo nella USF2000 quest’anno con il francese Florian Latorre), ma ha vinto tantissimo nelle categorie inferiori (specialmente nei kart e nella Skip Barber Series), e potrebbe diventare un interessante prospetto nel giro di un paio di anni.
2015 IndyCar Mock Draftultima modifica: 2014-08-06T17:19:40+02:00da straygor
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento