IndyCar – Sonoma: Dixon vince, Power non chiude il campionato

CLC-SONOMA14-9875

Scott Dixon ottiene la seconda vittoria stagionale imponendosi negli ultimi giri a Sonoma. Il pilota neozelandese ha preceduto Ryan Hunter-Reay e Simon Pagenaud, che restano ancora in corsa per il titolo grazie anche all’errore di Will Power, che stava dominando la gara ed invece si è dovuto accontentare appena di un decimo posto.

Prove libere: Il più veloce nella prove libere è stato Hunter-Reay con il tempo di 1:17.715, tempo ottenuto nella sessione mattutina. Nel pomeriggio invece il migliore tempo è stato fatto segnare da Helio Castroneves in 1:18.6582.

Qualifiche: Pole position per Power per la quarta volta negli ultimo cinque anni a Sonoma. Il pilota australiano ha fatto segnare il miglior tempo in 1:17.4126, mentre entrambi i suoi compagni di squadra sono incappati in penalità per tagli di curva. Juan Pablo Montoya ha così fallito l’ingresso nella top12, mentre Castroneves è sceso dalla seconda alla sesta posizione. Prima fila quindi per Josef Newgarden, seconda per Dixon e James Hinchcliffe.

Gara: Power scatta bene dalla pole position, ma dietro di lui si scatena il caos. Sebastien Bourdais tocca  Castroneves mandandolo addosso a Hinchcliffe e coinvolgendo anche Ryan Briscoe. Bandiera gialla che esce immeditamente e dura cinque giri. Al restart, Power guida davanti a Newgarden, Dixon, Hunter-Reay e Tony Kanaan. Power imprime subito un gran ritmo, girando anche un secondo più veloce di tutti gli altri, mentre dopo una decina di giri qualcuno, come Graham Rahal, Justin Wilson e Pagenaud, sceglie di anticipare la prima sosta. Power, Dixon e Kanaan si fermano al giro 18, Newgarden un giro dopo, e quando esce si ritrova dietro Dixon. Al giro 29 Carlos Huertas si ferma lungo la pista e causa la seconda caution della giornata. Rahal, Kanaan, Mike Conway e Takuma Sato ne approfittano per effettuare la seconda sosta. Al restart al giro 36, Power scatta tranquillo, ma un contatto ancora tra Bourdais e Castroneves che coinvolge anche Sebastian Saavedra provoca una nuova caution. Questa volta è il resto del gruppo ad approfittarne per effettuare la seconda sosta, così davanti a tutti si trova Kanaan, seguito da Conway, Briscoe, Rahal, Sato, Bourdais, Dixon, Power, Hunter-Reay e Newgarden. Al restart al giro 39 Conway passa Kanaan, mentre dietro arriva l’incredibile errore di Power che finisce in testacoda e scivola in fondo al gruppo. Conway alluna subito sul gruppo formato da Kanaan, Briscoe che poi si ferma al pit al giro 50, e Rahal. I due inseguitori di fermano al giro 58, Conway tre giri dopo, perdendo molto del vantaggio accumulato su Rahal, che lo passa al giro 65, poco dopo la sosta di gran parte del gruppo, trovandosi così in testa e cercando di arrivare alla fine senza esaurire il carburante guidando un gruppetto con Conway, Dixon e Hunter-Reay. Rahal deve rientrare ai box al giro 82, lasciando Conway in testa per un giro prima di lasciare la leadership a Dixon. All’ultimo giro il pilota inglese resta anche a secco di carburante in uscita dall’ultima curva scivolando al 14° posto e lasciando il podio a Hunter-Reay e Pagenaud. Quarto posto per Sato davanti a Montoya, mentre Newgarden, Mikhail Aleshin, Marco Andretti, Wilson e Power completano la top 10. In ottica campionato l’australiano non approfitta dei guai di Castroneves per chiudere il campionato, che comunque guida con un ampio margine, 51 punti, sul compagno di squadra. Pagenaud (-81) e Hunter-Reay (-92) mantengono ancora una flebile speranza di titolo.

Indy Lights: Grazie al secondo posto nella gara finale della stagione, Gabby Chaves ottiene il titolo Indy Lights grazie al maggior numero di secondi posti, dopo essere finiti pari in punti e vittorie con Jack Harvey, vincitore a Sonoma. Terzo posto sia in gara che in campionato per Zach Veach.

IndyCar – Sonoma: Dixon vince, Power non chiude il campionatoultima modifica: 2014-08-25T08:55:49+02:00da straygor
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento