IndyCar – Il conteggio per la 500 Miglia di Indianapolis

140525ICSStart-of-Race_DSC_1926

Quando mancano due mesi alla 500 Miglia di Indianapolis il conteggio per i tradizionali 33 è già a buon punto. Al momento 24 piloti sono confermati ufficialmente, a cui vanno aggiunte diverse situazioni che sono sostanzialmente certe. Sage Karam ad esempio è al momento confermato nella squadra di Chip Ganassi solo per St.Petersburg ma è praticamente cosa certa che correrà tutta la stagione, e comunque ci sarà almeno per la 500 Miglia di Indianapolis. L’Andretti Autosport ha già detto che schiererà cinque vetture, tre delle quali sono già occupate, una andrà a Simona de Silvestro per St.Petersburg e poi si vedrà, e sulla quinta si lavora. Il Dale Coyne Racing ha Francesco Dracone per le prime quattro gare, poi da Indianapolis in poi troverà un nuovo pilota. Con queste vetture certe il conteggio sale a 28.

Il Dale Coyne Racing schiererà poi una terza vettura per Pippa Mann; l’accordo ufficiale non è ancora arrivato ma la pilota inglese sono settimane che sui suoi profili Twitter e Facebook ha incluso l’ashtag #‎Indy500. Il Dreyer&Reinbold Racing ripeterà l’esperienza del 2014 e schiererà una vettura, quest’anno per Townsend Bell. Il CFH Racing schiererà sicuramente una terza vettura; lo scorso anno andò a JR Hildebrand e il pilota americano è il favorito anche per quest’anno, anche se al momento non è stato ufficializzato nulla. Lo Schmidt Peterson Motorsports schiererà come da tradizione una terza vettura, per un pilota ancora da decidere. Il Rahal Letterman Lanigan Racing schiererà, come fatto ogni anno, una seconda vettura. Questo porta il conteggio a 33. Il numero potrebbe poi salire a 34 se dovesse concretizzarsi il Fan Force United, che diversi mesi fa aveva annunciato il proprio programma con Stefan Wilson ma che poi ha visto le sue speranze sbiadire. Va sottolineato che nel conteggio delle 33 vetture, 17 sarebbero motorizzate Honda e 16 Chevrolet, quindi una eventuale iscrizione extra è più probabile possa arrivare dal costruttore americano.

Quindi al momento i sedili a disposizione sono rimasti solo 5/6. Per uno dei due posti all’Andretti Autosport il favorito sembrerebbe Justin Wilson, che da mesi sta lavorando a qualcosa per quest’anno ma che al momento è rimasto ancora a piedi. Altri papabili per uno dei due sedili di Andretti sarebbero la stessa De Silvestro, Conor Daly e il giovane Zach Veach, reduce da due anni con la squadra in Indy Lights. Il recente accordo tra Matthew Brabham e l’Andretti Autosport in Indy Lights potrebbe magari riportare in auge anche la candidatura del nipote di Jack Brabham. Per il secondo sedile del Dale Coyne Racing, che presumibilmente sarà anche per il resto della stagione, non si sono ancora sentiti nomi. Il CFH Racing dovrebbe andare comunque su Hildebrand, mentre per la vettura dello Schmidt Peterson Motorsports l’unico nome che viene in mentre è quello di Daly, che aveva effettuato dei test per la squadra in inverno nella speranza di trovare un posto full time.

Tra i piloti ancora a piedi che sicuramente stanno cercando di mettere insieme qualcosa per Indianapolis c’è Oriol Servia. Il pilota spagnolo è al momento impegnato nel suo nuovo ruolo di socio e amministratore delegato del Dragon Racing in Formula E, ma ha confermato che questo impegno non esclude la possibilità di correre la 500 Miglia di Indianapolis. Alex Tagliani aveva dichiarato mesi fa che era prossimo ad un accordo per Indy, ma al momento non si è concretizzato nulla. Poi ci sarebbe anche Ryan Briscoe, che al momento è impegnato con la Corvette nelle gare endurance e che potrebbe anche rientrare con qualche squadra del gruppo Chevrolet (ovvero il CFH Racing), ma su cui non si è sentito al momento alcun rumor concreto. Ci sono poi un paio di piloti NASCAR che hanno avuto in passato esperienza di double Indy500/Charlotte 600. Sicuramente non ripeterà l’esperienza quest’anno Kurt Busch, che deve innanzitutto pensare ai suoi problemi giudiziari. AJ Allmendinger, che effettuò la doppietta due anni fa con il Team Penske, ha detto di essere interessato a correre ma solo con uno dei tre top team, il che quindi riduce sostanzialmente a zero le sue possibilità.

Questa al momento la entry list:

Team Engine # Driver
Team Penske Chevrolet 1 Will Power
Team Penske Chevrolet 2 Juan Montoya
Team Penske Chevrolet 3 Helio Castroneves
KV Racing Chevrolet 4 Stefano Coletti
Schmidt Peterson Motorsports Honda 5 James Hinchcliffe
Schmidt Peterson Motorsports Honda 7 James Jakes
Chip Ganassi Racing Chevrolet 8 Sage Karam
Chip Ganassi Racing Chevrolet 9 Scott Dixon
Chip Ganassi Racing Chevrolet 10 Tony Kanaan
KV Racing Chevrolet 11 Sebastien Bourdais
AJ Foyt Enterprises Honda 14 Takuma Sato
Rahal Letterman Lanigan Racing Honda 15 Graham Rahal
Rahal Letterman Lanigan Racing Honda 16 TBA
Dale Coyne Racing Honda 18 Carlos Huertas
Dale Coyne Racing Honda 19 TBA
Carpenter Fisher Hartman Racing Chevrolet 20 Ed Carpenter
Carpenter Fisher Hartman Racing Chevrolet 21 TBA (JR Hildebrand)
Team Penske Chevrolet 22 Simon Pagenaud
Dreyer & Reinbold Racing/Davey Hamilton Racing Chevrolet 23 TBA (Townsend Bell)
Andretti Autosport Honda 25 TBA (J.Wilson/De Silvestro/Daly)
Andretti Autosport Honda 26 Carlos Munoz
Andretti Autosport Honda 27 Marco Andretti
Andretti Autosport Honda 28 Ryan Hunter-Reay
AJ Foyt Enterprises Honda 41 Jack Hawksworth
Dale Coyne Racing Honda 63 TBA (Pippa Mann)
Carpenter Fisher Hartman Racing Chevrolet 67 Josef Newgarden
Jonathan Byrd Racing / KV Racing Chevrolet 82 Bryan Clauson
Chip Ganassi Racing Chevrolet 83 Charlie Kimball
Lazier Partners Racing Chevrolet 91 Buddy Lazier
Bryan Herta Autosport Honda 97 Jay Howard
Bryan Herta Autosport Honda 98 Gabby Chaves
Schmidt Peterson Motorsports Honda 99 TBA (Conor Daly)
Andretti Autosport Honda ??? TBA (J.Wilson/Daly/Veach)
Fan Force United??? Chevrolet??? ??? TBA (S.Wilson)
IndyCar – Il conteggio per la 500 Miglia di Indianapolisultima modifica: 2015-03-23T11:20:47+01:00da straygor
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento