IndyCar, St.Petersburg – Gara: Super Montoya beffa Power

JDC-STPTSUN-2015-1442-A

Juan Pablo Montoya apre la sua seconda stagione dal ritorno in IndyCar con una vittoria nel Firestone Grand Prix of St.Petersburg. Il pilota del Team Penske ha preceduto il compagno di squadra Will Power, che ha dominato gran parte della gara ma è stato beffato nel finale dal compagno di squadra. Il podio è completato da Tony Kanaan.

Il via della gara è tranquillo, con Power che alla prima curva precede Helio Castroneves e Simon Pagenaud, ma nel corso del primo giro un contatto a centro gruppo provoca la prima caution. Jack Hawksworth è costretto a rientrare al pit per sostituire il muso danneggiato. Quando si riparte Power mantiene la leadership mentre Montoya si riprende il quarto posto che aveva perso al via da Takuma Sato. Power allunga nelle prime fasi, mentre dopo il giro 15 iniziano i primi pit stop. Al giro 23 contatto tra i due piloti dell’Andretti Autosport Simona De Silvestro e Carlos Munoz, con entrambi che sono costretti a rientrare nuovamente al pit. Al giro 26 esce la seconda caution per ripulire la pista dai detriti. Alcuni piloti ne approfittano per rientrare al pit, con Scott Dixon che manifesta un guasto al martinetto posteriore che lo costringerà ad un lungo stop ad ogni pit perché la vettura deve essere alzata manualmente.JDC-STPTSUN-2015-1425-A Al restart Power è sempre leader davanti a Castroneves ed Hawksworth, che è su una strategia diversa. La corsa viene però neutralizzata immediatamente per un contatto a centro gruppo tra Marco Andretti e Gabby Chaves. Rientrano al pit entrambi i piloti di Foyt, Hawksworth per il suo normale pit e Sato per sostituire l’alettone anteriore danneggiato. Quando si riparte il Team Penske continua ad occupare i primi quattro posti, con nell’ordine Power, Castroneves, Montoya e Pagenaud, mentre Kanaan è quinto. Al giro 47 la De Silvestro tampona James Jakes mandandolo fuori pista e provocando la quarta caution.

Tutti rientrano al pit tranne Hawksworth e Sage Karam, che si ritrovano ai primi due posti. Al restart però entrambi vengono passati da Power, che si riporta in testa, mentre Graham Rahal tocca Charlie Kimball mandandolo in testacoda e provocando una nuova caution. Al restart Power mantiene la testa della corsa davanti a Montoya, Hawksworth, Kanaan e Karam. Al giro 66 Rahal, che si trova al sesto posto, subisce una drive-through penalty per il contatto con Kimball. Ad una trentina di giri dalla fine inizia l’ultima fase di pit stop. Montoya si ferma al giro 82, mentre Power si ferma un giro dopo. Il pilota australiano ha un pit stop finale deludente per un ritardo nel rilascio del martinetto posteriore e quando torna in pista si ritrova secondo a 3,2 secondi da Montoya.JDC-STPTSUN-2015-1480 Power inizia una grande rimonta riducendo rapidamente il gap, ma al giro 100 (dei 110 giri in programma) tenta l’attacco a Montoya alla curva 10, ma le due vetture si toccano e Power danneggia l’ala anteriore. Montoya controlla gli ultimi giri e va a vincere per la prima volta su un circuito cittadino da Vancouver 1999. Il Team Penske piazza quattro vetture ai primi cinque posti, con Power secondo, Castroneves quarto e Pagenaud quinto, con Kanaan unico a spezzare il loro dominio finendo terzo. Sebastien Bourdais chiude sesto e Ryan Hunter-Reay settimo e primo dei piloti Honda, dopo una gara all’insegna dell’attesa e del massimizzare il risultato. Per gli italiani, buon nono posto per Luca Filippi, mentre la gara di Francesco Dracone è terminata al giro 70 per un problema meccanico dopo aver comunque mantenuto un buon ritmo per tutta la gara.

Questi i risultati a fine gara:

1. Juan Pablo Montoya Team Penske Chevrolet 2hrs 16mins 58.1079secs after 110 laps
2. Will Power Verizon Team Penske Chevrolet + 0.993s
3. Tony Kanaan Chip Ganassi Racing Teams Chevrolet + 11.1685s
4. Helio Castroneves Team Penske Chevrolet + 11.4376s
5. Simon Pagenaud Team Penske Chevrolet + 12.3909s
6. Sebastien Bourdais KVSH Racing Chevrolet + 16.4923s
7. Ryan Hunter-Reay Andretti Autosport Honda + 27.7102s
8. Jack Hawksworth AJ Foyt Enterprises Honda + 34.9206s
9. Luca Filippi CFH Racing Chevrolet + 38.1564s
10. Marco Andretti Andretti Autosport Honda + 38.6910s
11. Graham Rahal Rahal Letterman Lanigan Racing Honda + 40.3895s
12. Josef Newgarden CFH Racing Chevrolet + 51.7710s
13. Takuma Sato AJ Foyt Enterprises Honda + 52.2688s
14. Carlos Munoz Andretti Autosport Honda + 56.7210s
15. Scott Dixon Chip Ganassi Racing Teams Chevrolet + 59.6613s
16. James Hinchcliffe Schmidt Peterson Motorsports Honda + 1:02.4581s
17. Gabby Chaves BHA with Curb-Agajanian Honda + 1:03.0667s
18. Simona de Silvestro Andretti Autosport Honda + 1:03.1422s
19. Sage Karam Chip Ganassi Racing Teams Chevrolet + 1 laps
20. Stefano Coletti KV Racing Technology Chevrolet + 1 laps
21. Charlie Kimball Chip Ganassi Racing Teams Chevrolet + 1 laps
22. James Jakes Schmidt Peterson Motorsports Honda + 10 laps
23. Francesco Dracone Dale Coyne Racing Honda + 40 laps Mechanical
24. Carlos Huertas Dale Coyne Racing Honda + 91 laps Mechanical

Classifica del campionato:
1. Juan Pablo Montoya 51pts
2. Will Power 44pts
3. Tony Kanaan 35pts
4. Hélio Castroneves 33pts
5. Simon Pagenaud 31pts
6. Sébastien Bourdais 28pts
7. Ryan Hunter-Reay 26pts
8. Jack Hawksworth 25pts
9. Luca Filippi 22pts
10. Marco Andretti 20pts
11. Graham Rahal 19pts
12. Josef Newgarden 18pts
13. Takuma Sato 17pts
14. Carlos Muñoz 16pts
15. Scott Dixon 15pts
16. James Hinchcliffe 14pts
17. Gabby Chaves 13pts
18. Simona de Silvestro 12pts
19. Sage Karam 11pts
20. Stefano Coletti 10pts
21. Charlie Kimball 9pts
22. James Jakes 8pts
23. Francesco Dracone 7pts
24. Carlos Huertas 6pts

IndyCar, St.Petersburg – Gara: Super Montoya beffa Powerultima modifica: 2015-03-30T10:05:10+02:00da straygor
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento