IndyCar, New Orleans – Gara: Hinchcliffe emerge dal caos

16C_0079-3

James Hinchcliffe vince una prima edizione del Indy Grand Prix of Louisiana tormentata dalla pioggia per tutto il weekend. Il pilota dello Schmidt Peterson Motorsport ha preceduto sul traguardo Helio Castroneves ed il compagno di squadra James Jakes.

Le qualifiche sono cancellate a causa di un nubifragio che si abbatte su New Orleans, ed anche la gara è anticipata di un’ora per il sopraggiungere di un tornado. La griglia è stabilita in base alla classifica del campionato, così Juan Pablo Montoya parte dalla pole davanti a Will Power.JGS_8515-1 Al via il colombiano parte bene e si porta in testa davanti a Power, Castroneves, Simon Pagenaud e Sebastien Bourdais. Montoya allunga subito, mentre Sage Karam è costretto a fermarsi ai box a causa di un contato e cambiare il musetto. Dopo una decina di giri la pista comincia ad essere abbastanza asciutta da permettere ad alcuni piloti di azzardare il passaggio alle gomme slick. I primi sono Tony Kanaan e Ryan Hunter-Reay, ma il brasiliano scivola nelle retrovie a causa di un testacoda. Montoya è in testa con un vantaggio di circa un secondo su Power, che a sua volta ne ha quattro su un gruppetto formato da Castroneves, Pagenaud e Bourdais. Al giro 14 è il momento del pit per Bourdais, al giro 15 per Montoya, Power e Pagenaud, al giro 16 di Castroneves. Intanto Gabby Chaves finisce in testacoda provocando la prima caution della giornata. Ne approfittano alcuni piloti come Kanaan e Carlos Huertas per rientrare la pit. Al restart Jack Hawksworth finice a muro per evitare Jakes finito in testacoda, mentre Castroneves e il doppiato Francesco Dracone entrano in contatto. Il brasiliano è costretto a rientrare al pit sotto caution per sostituire l’ala anteriore, mentre anche Kanaan e Jakes ne approfittano per il pit.

Nuovo restart al giro 28, e nuova caution provocata questa volta da Stefano Coletti che perde il controllo della sua vettura che parte in acqua planning finendo contro il muro. Castroneves, Kanaan, Jakes e Simona de Silvestro ne approfittano per rientrare la pit. Quando si riparte Montoya è sempre leader davanti a Power e Pagenaud, ma dopo un giro Karam finsice fuori pista provocando una nuova caution. Tutti ne approfittano per rientrare al pit, tranne Hinchcliffe, Huertas, Castroneves, Jakes, Kanaan e la de Silvestro, che si ritrovano così nelle prime sei posizioni. Prima del restart Huertas finisce però in testacoda, rinviando la ripartenza di un paio di giri. Quando si riparte Hinchcliffe mantiene la testa della cosa, mentre dietro Jakes prima passa Kanaan e poi va invano all’attacco di Castroneves. Al giro 42 ancora un testacoda di Karam provoca una caution. Al restart, Pagenaud affianca Hunter-Reay ma non c’è abbastanza spazio per entrambi e il francese finisce fuori pista, per poi provocare una carambola che coinvolge lo stesso Hunter-Reay e Bourdais. Nuova caution, ma questa volta sventola pure la bandiera a scacchi per il sopraggiunto limite delle due ore.2015 IndyCar NOLA Louisiana Hinchcliffe ottiene così la sua quarta vittoria in carriera, davanti a Castroneves e Jakes, al secondo podio in carriera. Quarto posto per la de Silvestro davanti a Montoya, Kanaan e Power, mentre Graham Rahal chiude una bella gara all’ottavo posto. I due piloti del CFH Racing Josef Newgarden e Luca Filippi chiudono la top 10.

Questi i risultati a fine gara:

1. James Hinchcliffe Schmidt Peterson Motorsports Honda 1hrs 47mins 19.4896secs after 47 laps
2. Helio Castroneves Team Penske Chevrolet + 0.4279s
3. James Jakes Schmidt Peterson Motorsports Honda + 0.8452s
4. Simona de Silvestro Andretti Autosport Honda + 1.2924s
5. Juan Pablo Montoya Team Penske Chevrolet + 1.7564s
6. Tony Kanaan Chip Ganassi Racing Teams Chevrolet + 2.2638s
7. Will Power Verizon Team Penske Chevrolet + 3.0958s
8. Graham Rahal Rahal Letterman Lanigan Racing Honda + 4.3495s
9. Josef Newgarden CFH Racing Chevrolet + 5.7352s
10. Luca Filippi CFH Racing Chevrolet + 7.2115s
11. Scott Dixon Chip Ganassi Racing Teams Chevrolet + 7.8421s
12. Carlos Munoz Andretti Autosport Honda + 9.0899s
13. Marco Andretti Andretti Autosport Honda + 9.7817s
14. Charlie Kimball Chip Ganassi Racing Teams Chevrolet + 15.7221s
15. Gabby Chaves BHA with Curb-Agajanian Honda + 1 laps
16. Carlos Huertas Dale Coyne Racing Honda + 1 laps
17. Stefano Coletti KV Racing Technology Chevrolet + 3 laps
18. Sage Karam Chip Ganassi Racing Teams Chevrolet + 3 laps
19. Ryan Hunter-Reay Andretti Autosport Honda + 4 laps Contact
20. Simon Pagenaud Team Penske Chevrolet + 4 laps Contact
21. Sebastien Bourdais KVSH Racing Chevrolet + 4 laps Contact
22. Takuma Sato AJ Foyt Enterprises Honda + 8 laps Mechanical
23. Francesco Dracone Dale Coyne Racing Honda + 24 laps Contact
24. Jack Hawksworth AJ Foyt Enterprises Honda + 28 laps Contact

Classifica del campionato:

1. Juan Pablo Montoya 84pts
2. Helio Castroneves 74pts
3. Will Power 70pts
4. James Hinchcliffe 65pts
5. Tony Kanaan 63pts
6. Simona de Silvestro 44pts
7. James Jakes 43pts
8. Graham Rahal 43pts
9. Luca Filippi 42pts
10. Simon Pagenaud 41pts
11. Josef Newgarden 40pts
12. Sebastien Bourdais 37pts
13. Ryan Hunter-Reay 37pts
14. Marco Andretti 37pts
15. Scott Dixon 34pts
16. Carlos Munoz 34pts
17. Jack Hawksworth 31pts
18. Gabby Chaves 28pts
19. Takuma Sato 25pts
20. Charlie Kimball 25pts
21. Stefano Coletti 23pts
22. Sage Karam 23pts
23. Carlos Huertas 20pts
24. Francesco Dracone 14pts

IndyCar, New Orleans – Gara: Hinchcliffe emerge dal caosultima modifica: 2015-04-13T13:28:32+02:00da straygor
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento